COSA ACCADE QUANDO SI VA IN PENSIONE?

La pensione rappresenta un cambiamento importante nella nostra vita, al quale bisogna adattarsi.  Per molti corrisponde all´arrivo ad una condizione di inutilità e al sentirsi ormai anziano. In realtà tutto dipende da noi, e da come decidiamo di vivere questa nuova fase di vita. In spagnolo “pensionato” ha la stessa radice di Jubilo, che significa esultanza. Per l´uomo moderno gran parte della sua identità e´ costituita dal proprio ruolo professionale, dal suo lavoro, e perderlo in qualche modo può significare perdersi, non sapere più chi si e´.

CRISI

Si desidera tanto il momento della pensione, che spesso si idealizza come una vacanza infinita, come tempo per dedicarsi finalmente a se stessi, ma quando arriva ci si scontra con una realtà differente che può portarci ad un profondo senso di vuoto che in casi estremi conduce alla depressione. Nei casi di maggiore sofferenza si può parlare di depressione reattiva, collegata a un avvenimento estremo dal forte impatto, come un lutto, una separazione, l’insorgere di una malattia o anche il pensionamento. Si cade in uno stato di profonda tristezza e apatia, in cui si perde interesse per noi stessi e per quello che ci circonda, si perde fiducia nelle proprie capacità, raggiungendo un notevole calo di energia. Ci si svaluta, l´ autostima scompare, si prova ansia, senso di stanchezza permanente e inutilità. Anche verso le persone care si assume un atteggiamento freddo e distaccato, arrivando ad infastidirsi facilmente e ad essere di cattivo umore.

L´IMPORTANTE RUOLO DELLA FAMIGLIA

Un punto cruciale è il fatto che con il pensionamento si deve riorganizzare l´intero nucleo familiare. In generale si sarà più presenti in casa, e spesso questo cambiamento richiede una modifica negli equilibri di coppia. Possono sorgere conflitti che implicano una modifica dei ruoli. Superata la crisi iniziale e´ possibile trovare un nuovo assetto familiare che garantisca il benessere di ciascuno, il pensionato può dedicarsi di più alla moglie, supportandola, o donare tempo a figli e nipoti. Gli affetti sono molto importanti, in qualsiasi momento della vita, soprattutto quando si ha più tempo.

COME VIVERE LA PENSIONE AL MEGLIO

La psicologia ci insegna ad affrontare questo rito di passaggio con serenità, imparando a ridisegnare se stessi dando più spazio alle sfere sociale e personale che negli anni dell’attività lavorativa spesso vengono trascurate. Tra i vantaggi dell´esser anziani troviamo il non dover più preoccuparci del domani, potendo concentrarsi solo sull´oggi, dedicando tutte le energie nel rendere quest´oggi il più piacevole possibile. Diventa importante ricordarci chi siamo, ripercorrere la nostra vita per far riaffiorare la nostra ricchezza interiore, e poter spostarci dai nostri limiti alle nostre risorse. La pensione rappresenta il momento giusto per coltivare nuovi sogni e nuovi interessi, adatti alla nostra nuova fase di vita. Possiamo anche decidere di dedicarci agli altri, facendo del volontariato, se questo ci può far star bene.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *